SEZIONI NOTIZIE

MERCATO: essere tra i primi a gennaio facilita il "colpo". Il tormentone? L'attaccante

di Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Foto

Arrivare a gennaio nelle prime posizioni faciliterà il mercato in entrata della Salernitana. Certo, parlare ora di calciatori sul taccuino della dirigenza con una squadra seconda in classifica, con una precisa identità e che produce gioco può sembrare la classica tattica acchiappa-click di chi, anche in estate, ha proposto decine e decine di nominativi ritrattando successivamente con il classico "dietrofront". Di certo c'è che questa rosa sta fornendo garanzie per certi versi inaspettati e potrà addirittura prendere il volo quando i 6-7 giocatori indisponibili rientreranno a pieno regime innalzando il tasso tecnico dell'organico. C'è poi il solito discorso legato all'assenza del bomber da doppia cifra, argomento del quale il presidente Marco Mezzaroma parla sempre con un pizzico di fastidio: "Ora manca il bomber? Siamo secondi e già parliamo del mercato di gennaio? Queste cose non mi piacciono, pensiamo a sostenere i giocatori che abbiamo a disposizione". 

E' un dato di fatto, però, che negli anni nessuno tra i vari Rossi, Rodriguez, Bocalon, Palombi, Vuletich, Jallow, Djuric, Calaiò e lo stesso Giannetti- ad ora- abbiano consentito alla Salernitana di garantirsi quei 12-15 gol che si traducono in punti preziosissimi in ottica classifica e l'addio al calcio dell'arciere associato alla necessità di gestire Gondo con oculatezza spingeranno comunque la società e la dirigenza a guardarsi intorno. Presto, prestissimo per fare nomi, ma è palese che atleti che in estate non avrebbero mai accettato il salto all'indietro di categoria potrebbero invece essere affascinati dai 15mila dell'Arechi con la Salernitana nelle zone alte e un entusiasmo devastante. Il ragionamento di Ventura alla chiusura del mercato fu chiaro, logico e condivisibile: prendere tanto per prendere non serve a nulla, in due mesi la dirigenza ha dovuto effettuare oltre trenta operazioni tra entrate e uscite ed è meglio valutare il materiale a disposizione per tutto un girone per poi intervenire chirurgicamente, in modo mirato e con un piccolo sacrificio economico. Intanto l'auspicio è che gli attaccanti attualmente a disposizione possano rendere sempre al meglio: Jallow sta per rientrare ed era partito con una doppietta, Djuric sta disputando un ottimo campionato, Giannetti è in appannamento e forse pesa l'infortunio post Pescara. Ma, come dice la società, "al meglio non c'è mai fine...". 


Altre notizie
Martedì 22 Ottobre 2019
23:00 News SALERNITANA: domani premiazione per Sasà Avallone 22:30 News FIRENZE: "Sono cavolate quelle della pressione della piazza" 22:00 News SALERNITANA: iniziativa, deludente risposta delle scuole 21:30 News SALERNITANA - I lutti nell’anno del centenario: il dolore della città 21:00 News PERUGIA - Vicario: "Salerno ambiente caldo, sarà una battaglia" 20:30 News SALERNITANA: da valutare le condizioni di Cicerelli 20:00 News FABIANI: "Strumentalizzate le parole di Ventura". L'aneddoto di Genova 19:45 News SALERNITANA: il report della doppia seduta odierna 19:00 News SALERNITANA: finalmente buone notizie dall'infermeria 18:30 Mercato PESCARA - Zauri in discussione: la decisione del club... 18:30 News VENEZIA - Ds Lupo: "Aspettavamo la vittoria nel nostro stadio" 18:00 News TIFOSI: ultras e club organizzati all'Augusteo per ricordare Melissa e Antonio 17:30 Serie B SERIE B - La Top 11 dell'ottava giornata 17:00 News SALERNITANA - Si allunga la lista degli infortunati per i granata: col Perugia undici obbligato 16:30 Mercato MERCATO: Pescara e Trapani volevano Pasquato ma l'attaccante sorprende tutti... 16:00 News FABIANI: "4 errori arbitrali: senza saremmo stati primi. I giocatori ne risentono" 15:30 News ASCOLI: terremoto in casa bianconera, si dimette il presidente Tosti 15:00 News SALERNITANA: il confronto rispetto alla situazione del prossimo avversario 14:30 News BENEVENTO - Vigorito: Coda? Resterà con noi fino a giugno anche se..." 14:00 News SALERNITANA - L'evoluzione di Micai