SEZIONI NOTIZIE

AYA: "Possiamo giocarcela con tutti”

di TS Redazione
Vedi letture
Foto

Quando stava per firmare con la Salernitana, in tanti sul web avevano già espresso il proprio verdetto sostenendo non fosse il calciatore adatto per migliorare il rendimento della rosa. I fatti dicono, però, che con Aya in campo i granata abbiano subito un solo gol in 230 minuti. L’ex difensore del Catania, intervistato da Liratv, ha rilasciato alcune dichiarazioni interessanti: “Quando mi è arrivata la proposta della Salernitana non ci ho pensato due volte! Stiamo parlando di una grandissima piazza, molto matura perchè sa riconoscere l’impegno dei calciatori a prescindere dal risultato sportivo. Nel giorno dell’esordio contro il Cosenza avevano annunciato una sorta di contestazione, però nei momenti difficili hanno accantonato tutto per darci una mano. A Benevento e contro il Trapani non è mai mancato l’apporto della curva e noi giocatori siamo consapevoli di poter contare su una spinta che altre non hanno. Mi trovo bene in questo gruppo, Ventura vuole che si giochi sempre palla a terra a partire dalla difesa e mi trovo a mio agio perchè a Catania, con Sottil, c’erano situazioni tattiche piuttosto simili. A Pisa i granata hanno incontrato difficoltà sia perchè il terreno di gioco era penalizzante, sia perchè “noi” stavamo vivendo un ottimo momento e riuscimmo ad indovinare l’approccio. Ora sono concentrato su questa nuova avventura, essere arrivato in B a 30 anni significa soltanto che non bisogna mai smettere di credere nei propri mezzi e nella possibilità di dare una svolta alla propria carriera. Se dovesse arrivare il gol su calcio piazzato sarei contento, ogni tanto in carriera ci sono riuscito: le palle inattive a volte determinano un campionato, sta a noi farci trovare pronti. Ruolo? Ho fatto anche il terzino destro, non avrei problemi qualora l’allenatore dovesse optare per uno schieramento a quattro. L’importante è mettersi a disposizione della squadra. Ora sotto col Chievo: partita dura, campo difficile, avversario che ha sempre fatto la A negli ultimi anni. Ma la Salernitana può giocarsela, assieme a Frosinone, Crotone e Spezia credo possa disputare un ottimo girone di ritorno a patto che non si guardi troppo la classifica”.