PRESIDENZA FIGC - Lotito verso la candidatura: "Ho dodici club dalla mia parte che mi hanno indicato"

di Valerio Vicinanza
articolo letto 435 volte
Foto

Il 29 gennaio, data delle elezioni per il nuovo presidente della FIGC, si avvicina e scendono in campo i concorrenti all'ambita poltrona federale. Al momento le candidature ufficiali risultano quella del presidente AIC Damiano Tommasi, il presidente della Serie C Gabriele Gravina e il presidente della Lega nazionale dilettanti Cosimo Sibilia, ma a questi potrebbe aggiungersi presto il nome di Claudio Lotito. Questa la notizia bomba delle ultime ore e confermata in prima persona dallo stesso patron granata che, a margine dell'assemblea straordinaria elettiva della Lega nazionale dilettanti che ha poi visto la candidatura di Sibilia alla FIGC, ha dichiarato: "Ho 12 club dalla mia parte. Se ho la maggioranza? Certo che ho la maggioranza». Parole sibilline quelle di Lotito, che ha poi precisato: "Io non mi sono candidato, mi hanno indicato. Mi "candido solo se ci sono le condizioni". Su tale ipotesi il primo candidato alla guida del calcio italiano Tommasi ha commentato ai microfoni di Sky: "La candidatura di Lotito? Non è impossibile. Quattro candidati? Evidenzierebbe il perché non siamo andati al mondiale. La speranza è di vedere presto un presidente eletto per cercare subito di ripartire e mettere mano alle cose da fare. La nostra categoria ha sempre portato in federazione il comparto sportivo. Vogliamo dare il nostro contributo, questo è il nostro compito. Mi sono canditato per dare un messaggio all'esterno. La via unitaria è difficile da percorrere, la mia candidatura c'è perché c'è un tema da portare avanti. Siamo ancora disponibili a trovare un nome che metta d'accordo tutti. L'eventuale elezione di in presidente che abbia un percorso sportivo è una rivoluzione culturare".

Larghi dunque i consensi di cui godrebbe il patron della Salernitana, attivissimo su più fronti considerando anche le elezioni politiche del prossimo 4 marzo che sembrano far gola e non poco. il tutto nel mezzo di un mese delicato per i granata, alle prese con il mercato di gennaio.


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI