SEZIONI NOTIZIE

SALERNITANA - L'evoluzione di Micai

di Orlando Aita
Vedi letture
Foto

La Salernitana, sabato, ha incassato, a Venezia, la seconda sconfitta stagionale, la prima in trasferta. Uno stop che, comunque, non deve assolutamente interrompere il percorso di crescita della squadra. A parte il risultato, al 'Penzo' i granata hanno disputato novanta minuti di grande calcio. Peccato, soltanto, per quella distrazione difensiva degli ultimi istanti del primo tempo che ha permesso all'ex Bocalon di segnare l'unico gol della partita e che ha regalato, poi, i tre punti ai lagunari. Da sottolineare la super prestazione di Alessandro Micai: il portiere granata, al secondo anno a Salerno, sta diventando sempre più decisivo. La papera nel derby dello scorso anno con il Benevento è ormai un ricordo. Il 26enne lombardo, in questa stagione, ha all'attivo 8 presenze, 720' minuti giocati e 8 gol subiti. In soltanto due occasioni, con Cosenza e Trapani, è riuscito a tenere la sua porta inviolata. Con le sue parate Micai, in questo momento, in media, assicura alla Salernitana 1,76 punti a partita. Non male per un estremo difensore. 

Sabato, all'Arechi, arriverà il Perugia che, al momento, occupa il terzo posto, a 14 punti, assieme alla Salernitana. Sarà, quindi, uno scontro diretto con vista 'primato'. Non sarà semplice per nessuna delle due squadra, in quanto entrambe vorranno portare a casa l'intero bottino. I granata perché vogliono riscattare l'ultima sconfitta a Venezia e vincere la seconda partita in casa, davanti al proprio pubblico. Gli umbri, invece, vorranno, dopo la partita persa a Benevento, ripartire al meglio. La Salernitana c'è, ha un'identità ben precisa e può fare bene. E sabato, non dimentichiamo, si giocherà e si lotterà per Melissa e Antonio.