SALERNITANA: maledetta o benedetta sosta?

di Luca Esposito
articolo letto 379 volte
Foto

Sosta benedetta o sosta maledetta? Quando il campionato si ferma per lasciare spazio alle Nazionali la fatidica domanda sorge sempre spontanea, soprattutto quando una squadra ha dimostrato di essere ancora in buona forma. E la Salernitana vista allo Zini contro la Cremonese è apparsa tutt’altro che scarica fisicamente o mentalmente. I granata hanno giocato con il piglio di sempre, ma arricchiti da una buona dose di cinismo che, invece, in altre occasioni era mancato. Merito della concentrazione, della voglia di fare, della fame di non perdere: tutte qualità che i nostri hanno dimostrato a più riprese in quest'inizio di stagione, fatto eccezione degli ultimi 20' da horror di Benevento, e che non mancano mai di mettere sul campo in ogni turno. La Salernitana riparte, ma come? La sosta (seconda nel giro di un mese) va gestita con attenzione. Partire e poi subito fermarsi non è di certo l'ideale, ed ecco che lo stop forzato di ottobre può nascondere qualche insidia, sia dal punto di vista fisico che psicologico. Il calendario sta per intensificarsi: dopo la sosta la Salernitana sarà chiamata a giocare cinque partite in venti giorni, passaggio cruciale per il destino dei granata. Il punto incassato a Cremona, al di là della prestazione poco brillante, è una benedizione: si sa quanto sia importante arrivare alle pause del campionato con l’inerzia giusta per preparare le fasi successive, e quella di ottobre sarà la tornata decisiva per capire la vera forza della Salernitana in questo campionato. I granata, ai margini della zona playoff, si allenano in vista di un mese che li vedrà in campo in gare di campionato mediamente una volta ogni cinque giorni. Sono ben cinque le partite di Serie B in programma fra il 21 ottobre e il 10 novembre, un vero e proprio tour de force che impegnerà la squadra di Colantuono tre volte allo Stadio Arechi e due lontano da casa. Alla ripresa del campionato sarà il Perugia a saggiare le gambe dei granata, quindi arriverà il recupero sul campo del Crotone e poi la sfida dell’Arechi contro la squadra labronica, nel turno infrasettimanale. Dopo sei giorni sarà poi la volta dell’impegno esterno contro il Venezia, in seguito si tornerà a Salerno per la gara contro lo Spezia e poi di nuovo break alla 13^ giornata dove i granata dovranno fermarsi per il turno di riposo.


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy