PERUGIA - SALERNITANA: ecco i Top&Flop dell'ultima gara di campionato

di Giuseppe Bottone
articolo letto 369 volte
Foto

42^ Giornata di Serie B 2016/17. Stadio Renato Curi di Perugia, Giovedì 18 Maggio 2017.

PERUGIA - SALERNITANA 3-2. GAME OVER AL CURI.

(Clicca qui per la sintesi ed il tabellino della partita)

 

TOP:

MASSIMO CODA (SALERNITANA): il bomber granata chiude un altro campionato d'applausi eguagliando il bottino di 16 reti realizzate nella scorsa stagione. Ennesima partita di grande sacrificio e sagacia tattica, mette il pallone in rete su colpo di testa con palese errore dell'estremo difensore avversario. Con la speranza che nel prossimo campionato possa ancora far parte della truppa granata. FONDAMENTALE

SAMUEL DI CARMINE (PERUGIA): insacca in spaccata, da vero rapace d'area, il gol che indirizza la partita in direzione Perugia sul finire della prima frazione di gioco. Anche per il bomber perugino è stato un campionato da incorniciare, ora per i biancorossi il sogno continua. DECISIVO

FLOP:

ALFREDO DONNARUMMA (SALERNITANA): il bomber di Torre Annunziata sembra un lontano parente dell'attaccante ammirato nella scorsa stagione. Subentrato nel primo tempo per l'infortunio accorso a Rosina, per larghi tratti è avulso dal contesto in cui si trova facendo sembrare come se il tutto non fosse affar suo. Nella prima frazione di gioco sciupa il gol del possibile 2-1 cincischiando al limite dell'area avversaria. Nella ripresa, unico sussulto della sua brutta partita, una pericolosa palla scodellata al centro per Odjer, poi tante palle perse ingenuamente. FLOP​

ALESSANDRO BERNARDINI (SALERNITANA): serata "no" per il centrale granata. Colpevole su due dei tre gol subiti, Alessandro prova a rifarsi chiudendo in crescendo la propria partita. Tutto sommato, dopo un campionato impeccabile, possiamo concedere una serata opaca al lungaglione di Domodossola. DISTRATTO

ALBERTO BRIGNOLI (PERUGIA): da un suo clamoroso errore, nasce il gol di Coda che sblocca la partita. Può poco sulla precisa sassata di Ronaldo dai 30 metri, ma se la partita fosse andata in un altro modo, avrebbe avuto mezzo campionato perugino sul coscienza. MASOCHISTA


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI