SERIE B - Problema stadio per il Livorno

di Ivan Salvatori
articolo letto 566 volte
Foto

Problemi di impiantistica per il Livorno, fresco di promozione in Serie B, con lo stadio "Picchi" non a norma secondo i criteri della Lega di categoria. A fare il punto della situazione, dalle coloonne de Il Tirreno, è il DG Mirco Peiani:

"Dopo la relazione degli ingegneri mandati dalla Lega, l'acquisto per i seggiolini se l'è accollato il Livorno venendo incontro alle difficoltà del Comune. Ma adesso, scopriamo con una Pec che l'amministrazione delega il Livorno per la rimozione e lo smaltimento di quelli vecchi. In aggiunta, dovremmo pure pensare a chiudere le "ferite" nel cemento per la messa a dimora di quelli nuovi, curandoci di produrre la certificazione del lavoro fatto ad opera d'arte e che attestino che a livello strutturale, tutto vada bene. Questa è un'opera straordinaria e non dovrebbe spettarci".

Prosegue poi:"Il 16 luglio le nuove sedute arriveranno, ma non potranno essere montate perché, secondo quella mail, c'è da togliere le vecchie e individuare una ditta per lo smaltimento di tutto ciò che va buttato.Per noi, resta tutto così com'è. Poi, quando non arriverà l'omologazione dell'impianto per disputare la Serie B, andremo a giocare altrove. Non vedo altre soluzioni".

Se non quella di uno stadio nuovo:"Mi sono incontrato varie volte con il Fondo interessato e con il Comune. C'è la disponibilità a fare un impianto moderno, aspettiamo solo che la burocrazia batta un colpo. Non dipende da noi. Spero si sia giunti ad avere prossimamente risposte positive".


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy