SISTEMA IN CRISI: la B è lo specchio del disastro

di Antonio Grimaldi
articolo letto 595 volte
Foto

Fa rumore la Serie B, bloccata persino sulle regole. La logica direbbe di restare a 19, di arrivare massimo a 20. Ma le regole non si possono cambiare in corso d'opera, si cambiano almeno con un anno d'anticipo, altrimenti si genera un'incertezza generale e il "tutto contro tutti". La serie cadetta non può reggere l'enormità di squadre attuali, le situazioni di Avellino, Bari e Cesena sono state specchio fedele di una crisi senza fine. Però bloccare proprio adesso i ripescaggi, andando a ledere le legittime attese di diverse società, rappresenterebbe un abuso e provocherebbe ricorsi a cascate, polemiche toste e ulteriori ritardi. Le regole vanno cambiate a bocce ferme, oggi per l'anno prossimo: si fa così. 


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy