SEZIONI NOTIZIE

SERIE B - La grande ammucchiata: i granata ora ci credono

di TS Redazione
Fonte: La Città
Vedi letture
Foto

Il purgatorio non esiste. Il paradiso sì, e però il confine con l’inferno è così sottile che si può stare al sole o bruciare tra le fiamme senza neppure accorgersene. Benvenuti nella serie B più equilibrata che storia ricordi, perché se il Benevento balla da solo, e di questo passo rischia di chiudere a tre cifre perché da qui a qualche settimana i record saranno gli unici reali avversari che potranno tenergli testa, per il resto è un’ammucchiata selvaggia: 13 squadre in 7 punti. Il bipolarismo pallonaro non è una sindrome, semplicemente una conseguenza figlia dei tempi, di due vittorie o due sconfitte di fila. Testimone e prototipo di questa realtà è la Salernitana che s’è (ri)trovata lassù all’alba del girone di ritorno, poco più di due mesi dopo la crisi (letargo di gennaio compreso). A inizio dicembre la batosta di Cittadella, Ventura che lasciava la panchina e qualche ora dopo se ne stava solo e un po’ triste con le cuffie nelle orecchie su un divanetto dell’aeroporto di Treviso facendo ipotizzare un addio, i calciatori nel mirino d’una contestazione che per la società non s’è mai placata davvero, l’ambiente sull’orlo d’una crisi di nervi.

Ora il quinto posto, a -1 dalla seconda piazza che porta in serie A dalla porta principale, un 2020 ancora da imbattuta, con 10 punti conquistati sui 12 un palio (il pareggino che rompe il filotto di vittorie è stato ottenuto a Benevento, mica proprio sull’ultimo dei campi). Così la squadra del cavalluccio marino ha suonato una riscossa che l’ha portata nel plotone di testa, a giocarsela - alla pari - con le predestinate e con qualche sorpresa, categoria, quella delle outsider, a cui tutto sommato i granata andrebbero iscritti perché, al netto della scelta d’un ex ct della Nazionale - in cerca di rivincita - come allenatore, non è che un’estate fa la candidatura della Salernitana in alta classifica venisse presa molto sul serio. Assai più blasone e ambizioni, sulla griglia di partenza, avevano il Crotone e il Frosinone, che pure hanno marciato a fasi alterne. Stroppa in Calabria a tratti ha fatto fatica e Nesta in Ciociaria è stato persino messo in discussione, tanto che se avesse perso all’Arechi nel girone d’andata sarebbe probabilmente stato esonerato. Ora sono lì, entrambi al secondo posto, assieme allo Spezia ch’è in assoluto la squadra più in forma. Le aquile liguri hanno messo in fila 25 punti in 11 partite senza sconfitte, scalando le posizioni che invece ha inesorabilmente perso il neo promosso Pordenone.

I friulani sono stati raggiunti a quota 36 dai granata ma restano comunque rivelazione di questa serie B, un po’ come l’Entella che insegue 34, poi il Cittadella ch’è ancora lì, al solito, a 33, affiancato dal Perugia che non sorride granché ma rimane in zona playoff, confine distante appena un punto per il Pescara, due per Chievo e Ascoli, tre per Pisa ed Empoli, quest’ultima big mica da considerar fuori dai giochi dopo il sontuoso calciomercato di gennaio e l’arrivo di Marino . C’è traffico in vetta e il saggio Ventura, che tra i cadetti non allenava da un po’ ma che il campionato lo conosce come pochi avendolo vinto spesso, ha già scandito i tempi: la classifica si delinea e si guarda a fine marzo. Significa, per la Salernitana, dalla trasferta di lunedì sera a Verona contro il Chievo, tener la scia delle grandi nelle prossime sette partite, fino all’ultima sosta stagionale, e poi giocarsi il tutto per tutto allo sprint. In un anno così equilibrato, che chissà se e quando si ripeterà, sarebbe un rimpianto infinito non provare il colpo di reni...

Altre notizie
Giovedì 09 luglio 2020
17:00 News SALERNITANA: la situazione a confronto con l'Ascoli e probabilità di vittoria 16:30 News FLASH NEWS - 5 sostituzioni anche nella prossima stagione? Ecco la decisione 16:00 News SALERNITANA: la probabile formazione, Giannetti al fianco di Djuric? 15:30 Mercato MERCATO - Monza scatenato: nel mirino tre pezzi da 90 15:00 News SALERNITANA: cosa emerge dal confronto tra prima e dopo la quarantena 14:45 News TUTTOGRANATA, in onda stasera alle 19:10 su Radio MPA 14:30 News SERIE B: 10 club lottano per mantenere la categoria 14:00 News SALERNITANA: difesa da rivedere, tanti errori e troppi gol subiti nelle ultime partite 13:30 News SALERNITANA: serve un cambio di passo in trasferta 13:00 News VENTURA: "Capezzi deve ritrovare rabbia, ci aspettano sei sfide eccitanti" 12:30 News ASCOLI: Scamacca verso il forfait. Le ultime 12:16 News SALERNITANA: i convocati di mister Ventura 12:00 News SALERNITANA: e dai Salerno facci un gol... in trasferta 11:30 News SALERNITANA: rifinitura al Mary Rosy poi pranzo e partenza 11:00 Rassegna stampa PRIMA PAGINA - Le Cronache - Salernitana, serve un cambio di passo in trasferta 10:30 News SALERNITANA: allarme rientrato per Gondo 10:00 Rassegna stampa PRIMA PAGINA - La Città - Arechi, ok 6 mesi di proroga 09:30 News SALERNITANA: dubbio Gondo per Ventura. Le ultime 09:00 Rassegna stampa PRIMA PAGINA - Il Mattino - Gondo ce la fa ma Ventura ha un piano B 08:30 Mercato BORSINO GRANATA: doppia pista siciliana