PISANO: "Sono stato in tante piazze ma Salerno è la numero uno. Con la Pro Vercelli l'importante è non perdere"

di Matteo Di Palma
articolo letto 711 volte
Foto

Giovanni Pisano è un ex calciatore della Salernitana, conosciuto dalla maggior parte dei tifosi granata per i trascorsi illustri con la squadra nel corso degli anni novanta (dal 1992 al 1996), grazie anche alle tante reti messe a segno durante quegli anni (60 in campionato), le tante presenze (122 in campionato), e al fatto di aver indossato la fascia di capitano per un certo periodo (1994-1996). Contattato telefonicamente, Pisano ha parlato del suo passato e del suo futuro, soffermandosi anche sulla situazione attuale della Salernitana, rilasciando in esclusiva per TuttoSalernitana.com la seguente intervista.

Lei ha militato nella Salernitana per molte stagioni nel corso degli anni novanta, di questa esperienza cosa le è rimasto più impresso?
"Sicuramente l'ottimo rapporto con la tifoseria, il fatto che si è vinto molto, si è fatto un bel calcio, sono stato capitano, e quindi indubbiamente posso dire che è stata un'esperienza bellissima nel complesso".

Con i granata ha iniziato anche la carriera di allenatore, le piacerebbe un giorno guidare la prima squadra della Salernitana?
"Certamente, è sempre stato il mio sogno. Per adesso sto facendo le prime esperienze, a breve inizierò anche il corso a Coverciano per prendere l'altro patentino. Mi servirà un po' più di esperienza, ma quando sarò pronto indubbiamente sarebbe il massimo".

Dovesse stilare una graduatoria tra tutte le squadre in cui ha giocato, dove collorecherebbe la Salernitana?
"Io ho militato in piazze importantissime, Genova, Pescara, Foggia, La Spezia... Ma per tifoseria, per attaccamento e altro ancora, colloco la Salernitana al primo posto".

Cosa pensa della Salernitana attuale? Ce la farà a raggiungere i play-off?
"Ho già avuto modo di parlare di questo, e penso che l'attuale campionato di Serie B sia molto equilibrato. Togliendo 3-4 squadre, le altre sono tutte alla portata della Salernitana, quindi per la squadra di cui dispone può sicuramente arrivare ai play-off. Ho visto che Bollini ha introdotto il suo credo tattico, e che laddove c'era qualche problemino è riuscito a sistemarlo, per cui non ho dubbi sul fatto che li raggiungerà".

C'è un giocatore in particolare che più la convince di questa squadra?
"Ho visto qualche partita della Salernitana di questa stagione, e gente come Rosina e Zito rappresentano giocatori con molta esperienza, che possono fare la differenza, ed essere determinanti sia per il raggiungimento dei play-off e sia per il loro svolgimento. Comunque, credo che sia molto importante anche il fatto che la Salernitana disponga di un buon gruppo, coeso e importante: questo è anzi alla base di tutto, secondo me".

A suo avviso come finirà la gara di domani tra Pro Vercelli e Salernitana? Se la sente di fare un pronostico?
"Penso che si incontrino due squadre in splendida forma, e se devo fare un pronostico direi un pareggio. Ma è in generale una partita da tripla, con due buone squadre. Per la Salernitana è importantissimo fare punti, ma già non perdere sarebbe un ottimo risultato".


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI