Salernitana, una frenata fisiologica. Conta gettare le basi per la prossima stagione

di Paolo Siotto
articolo letto 434 volte
Foto

Si è fermata a Terni la striscia positiva della Salernitana. Quattordici punti nelle ultime sette partite per la Bollini band che ha così ritrovato la sconfitta a più di un mese di distanza dall'ultima volta. Quella che perse contro la Spal era però una squadra completamente diversa. Una squadra imbrigliata, incapace di entrare in partita, e destinata ad un finale di stagione anonimo. A Terni, complice la stanchezza, la prestazione non è stata di quelle sontuose, ma Coda e compagni non si sono fatti mettere sotto. Forse senza l'igenuità di Bernardini ora la squadra granata avrebbe un punto in più, ma poco importa.

L'obiettivo stagionale di fatto è stato raggiunto: fare meglio dello scorso anno. Salvo catastrofi, la Salernitana terminerà il proprio campionato ben oltre la zona play-out, con la speranza di poter conoscere meglio quell'altra parola anglofona. Nel frattempo la società non deve cullarsi, anzi. Può sembrare una frase fatta, ma sarebbe giusto cominciare quantomeno a ragionare in vista della prossima stagione. La terza in cadetteria della gestione Lotito-Mezzaroma. Quella giusta per pensare in grAnde...


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI